Magnum Contact Sheets al Forte di Bard - Valle d'Aosta

Provini di Jean Gaumy

"Un foglio di provini è un po' come il taccuino di uno psicoanalista. Quasi come un sismografo che registra il momento. Tutto rimane scritto: tutto ciò che ci ha sorpreso, quel che abbiamo catturato in volo, quel che ci siamo persi, quel che è scomparso o un evento che si sviluppa fino a diventare un'immagine che è pure giubilo.

Estrarre una buona fotografia da un foglio di provini è come scendere in cantina e prendere una buona bottiglia da condividere."
(Henri Cartier-Bresson)


Martine Frank, Monaci Buddisti
Provini della foto "La settima Onda" di Trent Parke
Trent Parke, La settima Onda


Cristina Garcia Rodero , Sant D'eau
Hiroji Kubota, La Roccia d'Oro
Domenica sono andata a vedere una delle più interessanti mostre fotografiche dell'ultimo periodo.
L'esposizione Magnum Contact Sheet è frutto di una coproduzione tra il Forte di Bard e l'agenzia fotografica Magnum Photos.
La Magnum Photos è una delle più importanti agenzie fotografiche del mondo, è stata fondata nel 1947 da Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, David Seymour e George Rodger.

L'originalità di questa esposizione sta nel non presentare solo la bella
foto elaborata, stampata e incorniciata, ma tutto il processo che c'è dietro a quella foto. Ovvero a partire dai provini e dai vari scatti realizzati prima della scelta definitiva. Quindi si vedrà lo sviluppo di tutto un rullino di quello stesso momento, con varie sequenze, con gli scarti e con le varie angolazioni.
La foto o le foto scelte presentano un riquadro attorno rosso o giallo, e sono quelle che al tempo son state inviate alle varie testate giornalistiche e che vennero diffuse in tutto il mondo. E che sono ancora note ai giorni nostri. Questo viaggio attraverso il processo di editing nella fotografia analogica e digitale intende investigare e celebrare il momento della scelta dell'immagine quale elemento centrale alla base di ogni fotografia.

Credo che questo sia il lavoro più delicato di tutto un servizio/progetto fotografico, almeno secondo un mio personale parere. Anche se io lavoro in digitale il processo non cambia assolutamente. Per un progetto pubblico solitamente un numero ristretto di foto, mentre ne realizzo molte di più. La difficoltà sta proprio nel scegliere quale tra tutti gli scatti è il migliore dal punto di vista estetico ed emozionale. Nel mio caso scelgo soprattutto il migliore a livello emozionale, perchè è l'aspetto che mi interessa maggiormente.

In questa esposizione sono presenti le foto e i provini dei più grandi membri che hanno fatto e fanno parte di questa agenzia fotografica, da Bresson, Capa, Elliott Erwitt, Martine Frank, Herbert List a Steve McCurry e Paolo Pellegrin. E molti molti altri.

Consiglio veramente di andarci.


| Magnum Contact Sheets |
Forte di Bard - Valle d'Aosta
fino al 10 novembre 2013