Nanoo G.








Nanoo G. è un'artista francese incredibile.
Per esprimersi utilizza diverse tecniche: pittura, arte digitale, fotografia e video.
Ogni volta il risultato "toglie il fiato", la sua arte la considero viscerale, perchè quando guardi una sua creazione vieni toccata all'interno.

L'ho scoperta nel 2009 su Facebook, ero alla ricerca di artisti originali ed emergenti e quando ho visto quello che faceva ne sono rimasta ipnotizzata.
La sua arte parla di dolore, di violenze subite, di angoscia.
Utilizza il suo creare come "valvola di sfogo", per liberarsi da tutti i fantasmi che abitano dentro di lei.

Da circa un anno si è tolta dalla scena virtuale, dove era più seguita, nella realtà non so esattamente cosa faccia, se continui a creare, ad esporre o altro, non ho più sentito nessun aggiornamento.
Prima di cancellarsi dal social network, scrisse che aveva condiviso troppo, aveva "sputato fuori" tutto ciò che aveva dentro, quindi aveva bisogno di starsene da sola, lontana dal web, per equilibrarsi al meglio. Inoltre era molto offesa dalle continue critiche e segnalazioni negative che le venivano fatte, si sentiva giudicata superficialmente, in effetti la sua arte può piacere o non piacere, ma essendo sue emozioni personali non credo che debbano essere criticate a livello di "bello o brutto", come scrisse anche lei, creando non faceva male a nessuno, anzi, si liberava, quindi non vedeva il motivo di tutto questo andarle "contro". In questo sono pienamente d'accordo.

Per un certo periodo ci siamo anche scritte molto e ha elaborato nel suo stile anche due miei autoscatti, quando me le inviò ero contentissima ed emozionata..! Mi sentivo molto onorata di questo suo regalo.

Spero presto di rivedere dei suoi nuovi lavori.

Pubblico qui un testo da lei scritto qualche anno fa, si intitola "Who I Am":

"Breast oppressed by a missed breath,
marbled skin by blue veins,
painful open eyes dazzled by the ardent light,
and the deaf shout goes out finally of this mounth
since such a long time closed...
A Gaping wound forever there,
deeply hidden in my mind,
deeply burnt in my flesh.
I am this woman,
fragile & strong,
I am this little girl,
From whom the life was stolen
so young, too early,
for sure...
That's why I fight day after day,
fight against myself,
fight against nightmares,
fight against these ghosts,
who enjy damaging my possible happiness...
My life is a fight for a while,
and till I'd die,
I could never forget what they did...
I could never forgive,
even I Have to thank them anyway,
Thank them for teaching me
what I'd never do to others,
to the ones I care for.
That's life.
That's a part of my life,
A small life in a big mess,
That's what I wanted you to know
Or try to understand,
That's what I am...
But finally who cares about a life?
The only thing I've learned during all this time
Is that I can only stand by me.
Nobody else..."

Miei autoscatti elaborati da Nanoo G.